Tutele individuali

INCA

Gli Obiettivi

La tutela dei lavoratori, dei pensionati e dei cittadini si afferma con la rivendicazione dei diritti e con la possibilità di disporne concretamente. La rivendicazione dei diritti si esprime attraverso rappresentanze politiche e/o sindacali (collettive), la possibilità di disporre concretamente delle tutele previste dipende poi dalla capacità del cittadino di accedere ai benefici previsti. La Cgil è attiva in entrambe queste attività: rivendica diritti (con l’iniziativa confederale e delle categorie) ed aiuta le persone a disporne (con l’attività del patronato INCA per i diritti assistenziali e previdenziali, delle società convenzionate con il CAF-Cgil per i diritti di natura fiscale e parafiscale), con gli Uffici Vertenze (per i diritti sul lavoro), con le Associazioni e gli Enti promossi per le tutele dei consumatori (Federconsumatori), degli inquilini (SUNIA), degli immigrati (nelle Camere del Lavoro).

Le Azioni della Cgil

  • Impegno a diffondere nel territorio la tutela previdenziale ed assistenziale degli sportelli Inca, anche con una preziosa collaborazione del sindacato pensionati e di altre categorie.
  • Valorizzazione dell’attività di tutela individuale sia per l’aiuto concretamente offerto a lavoratori, pensionati e cittadini che per il contributo politico e sindacale offerto alla Confederazione con la conoscenza dei problemi delle persone, l’elaborazione di proposte, il sostegno all’attività rivendicativ della Cgil e delle categorie.
  • Sviluppo di una crescente integrazione e collaborazione tra Inca, Caf, Uffici Vertenze, Categorie ed Associazioni promosse dalla Cgil per lo sviluppo di una tutela che non si limiti a rispondere a “domande” ed a compilare pratiche, ma si sforzi di analizzare bisogni promuovendo anche i diritti non percepiti.
  • A sostegno di questo obiettivo (di tutela “globale” dei lavoratori e delle lavoratrici, de giovani e dei pensionati) dal 2016 è stata introdotta la figura professionale dell’”Operatore Polivalente”, orientato alla presa in carico dei problemi degli iscritti e dei cittadini che si rivolgono al sindacato
  • Riconoscimento di un “privilegio particolare” agli iscritti al sindacato, riconoscendo la gratuità o condizioni particolari di accesso a chi, con la propria adesione, forma e sostiene una organizzazione che trae dalle iscrizioni la sua forza. Il sindacato esiste nel momento in cui lavoratori e pensionati si organizzano.

I principali risultati ottenuti

Il patronato INCA – Istituto Nazionale Confederale di Assistenza – è un ente privato che offre servizi di pubblica utilità , tutela e promuove i diritti riconosciuti dalle disposizioni normative e contrattuali alle persone – italiane, comunitarie, internazionali – riguardanti il lavoro, la salute, la cittadinanza, l’assistenza sociale ed economica, la previdenza pubblica e complementare. Per raggiungere queste finalità l’INCA attiva la partecipazione consapevole dei cittadini e salvaguarda nei confronti di Enti e Istituzioni – In Italia e all’estero – la piena affermazione e l’estensione dei loro diritti.

UTENTI

369.220
gli utenti
nel 2017

78% gli italiani, 22% gli stranieri

<strong>189.919</strong><br />
gli utenti iscritti<br />
alla Cgil

189.919
gli utenti iscritti
alla Cgil

49% gli utenti non iscritti al sindacato

54%
le donne
tra gli utenti INCA

31% gli utenti in età di lavoro, 69% oltre i 65 anni.

Pratiche

538.751
le pratiche gestite
nel 2017

  • 533.534 nel 2016;
  • 522.066 nel 2015;
  • 523.697 nel 2014.

325.499
le pratiche
previdenziali

163.835 le pratiche per assistenza economica e sociale

26.377
le pratiche relative
a salute e infortuni

22.989 le pratiche per migranti