Persone e Lavoro

Formazione

Gli Obiettivi

Il Patto riconosce che il destino economico e sociale di un territorio dipende dal livello e dalla qualità dell’istruzione dei suoi abitanti. Per aumentare l’occupazione e l’occupabilità dei cittadini – in particolare giovani e donne – è dunque necessario investire nel diritto allo studio e con percorsi qualificanti di formazione ed inserimento al lavoro.

Gli Impegni

  • Investire sul diritto allo studio, sull’innalzamento dell’obbligo scolastico e sui servizi educativi per l’infanzia; rafforzare l’infrastruttura educativa e formativa regionale: “ER Educazione Ricerca Emilia Romagna”
  • Sviluppare un modello di formazione duale regionale tramite l’estensione del modello DESI – Dual Education System Italy
  • Rafforzare e qualificare i percorsi di transizione
  • Progettare ed attuare nuove politiche attive regionali
  • Rafforzare l’Agenzia per il Lavoro, con la conseguente riforma dei Centri per l’Impiego. La Regione ed il Governo nazionale devono dotare i Centri per l’impiego dei necessari Organici, dopo che si è conclusa la fase di accreditamento che ha definito quali sono i compiti esclusivi del pubblico: accoglienza, presa in carico, progettazione individuale.

A 30 MESI DALLA FIRMA (dicembre 2017)

I principali risultati ottenuti

  • 48 ml di euro dal POR-FSE (Programma operativo regionale del Fondo Sociale Europeo) 2014-2020, per istruzione e formazione professionale, volti in particolare al contrasto alla dispersione scolastica, con percorsi triennali e qualificati (leFP)
  • Il modello di formazione duale in Emilia Romagna si basa su studenti degli Istituti secondari inseriti in tirocini formativi. Sottoscritti accordi alla Ducati e alla Lamborghini (DESI 2) per gli anni 2016-2017 e 2017-2018, avviate diverse esperienze territoriali di alternanza scuola-lavoro che assicurano un collegamento tra scuole e aziende